si allontana la data di uscita in Italia di Apple Pay

Dopo aver sbarcato negli USA e in UK, la piattaforma di pagamento di Apple, Apple Pay avrebbe dovuto siglare un contratto con le banche australiane.

Perché l'Australia non ha accettato le condizioni di Apple Pay?

 

Il motivo scatenante del secco no delle banche australiane ad Apple Pay è dato dalle forti percentuali di commissione che Apple richiede sulle transazioni: 0.15$ ogni 100$ di transazioni.

Pensate che una delle maggiori banche dell'Australia come commissione sulle transazioni interbancarie prende 0.30$ ogni 100$ di transazioni, se dovesse dare 0.15$ su 100$ di transazioni a Apple sarebbe come dividere a metà con lei il guadagno sulla transazione.

In USA e UK le banche hanno accettato di sottostare a queste commissioni richieste da Apple.

Per tutti coloro che sognavano di poter presto pagare comodamente i propri acquisti tramite iPhone o Apple Watch è una discreta batosta.

Infatti queste forti commissioni richieste da Apple probabilmente allontaneranno la data di uscita in Italia di Apple Pay, così come nel resto dell'Europa.