Video proiettore: occhio alle fregature!

Quante volte vi è capitato di imbattervi in strepitose offerte di proiettori portatili wifi, di piccole dimensioni, con porta USB e capacità di riproduzione paragonabili ad uno schermo da 120"?

Probabilmente fin troppo, e qualche volta davanti ad un proiettore portatile 1080p a poco meno di 100 euro ci avete fatto anche un pensierino!

Beh, ci auguriamo per voi non abbiate acquistato tale oggetto, e con questo articolo vi vogliamo spiegare il perché vi sconsigliamo questo genere di proiettori low cost.

Gli aspetti da analizzare prima di acquistare un proiettore sono tanti, e la prima cosa da valutare è lo scopo per cui vogliamo acquistare un video proiettore.

Principalmente un video proiettore viene acquistato per home cinema o per proiezioni in ufficio e lavoro.

Un proiettore per home cinema deve avere una risoluzione HD con UPSCALING a FULL HD o essere un FULL HD nativo. Il discorso equivale nell'ipotesi del formato 4K di cui esistono numerosi FULL HD con funzione UPSCALING a 4K.

Attenzione però: non fatevi ingannare dalla descrizione dei più economici proiettori che vantano il "supporto FULL HD", in quanto questa dicitura indica solo la possibilità di collegare una fonte video a 1080p. Tuttavia ciò che realmente conta, è la risoluzione nativa del proiettore, che su questi dispositivi di fascia bassa non si va quasi mai oltre gli 800x600p, contro i 1280x720p dell'HD READY, il 1920x1080p del FULL HD, senza contare il 4K con i suoi 3840*2160, rigorosamente in formato 16:9.

Detto questo vediamo cos'altro è importante guardare prima di acquistare un video proiettore per home cinema:

  • Contrasto superiore ai 10.000:1
  • Luminosità di almeno 1500 Ansi Lumen (in ambienti scuri) e superiore a 3000 Ansi Lumen per poterlo sfruttare anche di giorno
  • Ingresso video HDMI o DVI HDCP per consentire il collegamento di lettori Blu-Ray ad alta risoluzione.
  • Inoltre un dettaglio spesso sottovalutato è la rumorosità: un buon proiettore non dovrebbe avere una rumorosità  superiore ai 30dB.
  • Altrettanto importante è la presenza di una uscita audio ottica per il collegamento ad un impianto Dolby Digital.

Un proiettore da ufficio richiede invece delle attenzioni diverse rispetto la scelta di un video proiettore per home cinema.

  • Spesso un video proiettore da ufficio necessita di essere trasportato, motivo per cui il peso è sicuramente uno degli aspetti più importanti da valutare.
  • Allo stesso modo è importante sia dotato di un sistema di correzione automatica delle distorsioni derivanti da un posizionamento improvvisato, spesso a causa dei tempi che si hanno in ambito lavorativo. Immaginate di arrivare in ufficio per fare una presentazione e dover fare attendere i presenti mentre raddrizzate l'inquadratura del proiettore: imbarazzante.
  • Importantissima è la luminosità: non è sempre possibile oscurare un ufficio per mostrare una presentazione e diventa fondamentale un proiettore da almeno 4000 Ansi Lumen.
  • Funzionalità WIFI, Blutooth e MHL renderanno il proiettore adatto alle nuove tecnologie: può far comodo consentire la trasmissione di un contenuto da un tablet attraverso la porta micro usb sfruttando la tecnologia MHL.
  • La risoluzione è importante ma non è indispensabile sia 4K. Risoluzioni WXGA (1280x800px) e WUXGA (1920x1200px) sono perfette  per mostrare DESKTOP e slide di Powerpoint con un'ottima qualità. 

Fatte queste premesse vediamo alcune indicazioni generali valide per entrambi i casi:

  • Luminosità: 2000 Lumen per una stanza Home Cinema buia, 3500 Lumen per un ambiente domestico illuminato come il soggiorno, oltre i 5000 Lumen per un ufficio illuminato o dotato di finestre non oscurabili.
  • Contrasto: evitate i proiettori con un contrasto inferiore a 5000:1 - Questo parametro indica che i punti illuminati sono 5000 volte più chiari dei punti non illuminati. 10000:1 è un ottimo compromesso.
  • Risoluzione: riassumiamo attraverso questa immagine le varie risoluzioni disponibili. Va da sé che una maggiore risoluzione consente un maggior numero di dettagli
    Risoluzione dello schermo
  • Rumorosità: un buon proiettore non deve emettere più di 30dB di rumore per il suo funzionamento, neppure quando la ventola è in funzione alla massima velocità. I proiettori più grandi sono anche i più silenziosi.
  • Tecnologia: i video proiettori si suddividono in 3 tipologie: DLP, LCDD-ILA / LCoS / SXRD. Queste ultime 3 sono la stessa cosa prodotta da marchi differenti. Le principali differenze di queste 3 macro categorie di video proiettori riguardano la luminosità, la definizione e il modo in cui l'immagine attraversa le lenti prima di arrivare sul vostro telo per priezioni o parete. I DLP sono ottimi per uso UFFICIO anche se un po' rumorosi. La leggibilità delle scritte è superiore agli altri modelli. La manutenzione inoltre è pressoché nulla. Gli LCD sono in grado di riprodurre colori molto fedeli e una gran nitidezza. Sono mediamente più luminosi dei DLP ma necessitano di maggiore manutenzione per la sostituzione dei filtri. D-ILA / LCos / SXRD sono solitamente la scelta per gli amanti dell'alta definizione che possono realizzare un home cinema di qualità in casa. Questa tecnologia se pur più costosa regala immagini ad alte risoluzioni e un contrasto ineguagliabile. Tuttavia non sono luminosi come gli LCD, ma d'altra parte sono spesso installati in stanze Home Cinema dotate di sistema di oscuramento o prive di finestre.

A che distanza posizionare il proiettore?

Come è facile immaginare, maggiore è la distanza dalla parete o dal telo di proiezione, maggiore sarà la dimensione dell'immagine. Tuttavia più si allontana il proiettore, minore sarà la luminosità e quindi la definizione. Ogni proiettore ha una tabella con le distanze consigliate e l'equivalente resa in pollici relativi.

Ciò che davvero è importante sapere è che maggiore è la risoluzione del proiettore, minore sarà la distanza a cui l'osservatore dovrà sedersi per gustarsi il film.

Per quanto possa sembrare paradossale, se stiamo guardando un film in 4K su uno schermo equivalente di 100 pollici, a noi basterà sederci a poco meno di 100 pollici di distanza dal monitor per una visione nitida (circa 250cm).

Se però guardiamo un filmato in FULL HD 1080p sulla stessa proiezione equivalente di 100" dovremo sederci più lontani: a quasi 4 metri. Per un HD READY 720p arriviamo a 4 metri e mezzo.

Questo perché minore è la risoluzione, maggiore sarà la dimensione di singoli punti che illuminano la parete, e di conseguenza, sarà necessario stare più lontani per non percepire i singoli punti ma l'immagine nel suo complesso.

Distanza dallo schermo in relazione alla dimensione

Quanto dura un video proiettore?

La vita di un proiettore è abbastanza lunga, e ciò che occorre sostituire più frequentemente sono le lampade, il cui costo non è da sottovalutare in quanto oscilla da 35 a oltre 300 euro.

Una lampada installata in un video proiettore di qualità può durare dalle 2000 alle 4000 ore. I proiettori con tecnologia LED sono però molto più efficienti da questo punto di vista, con durate superiori alle 10000 ore.

Conclusioni

Se siete arrivati a questo punto dell'articolo avrete appreso molte informazioni utili per scegliere il proiettore più adatto a voi.

Qui di seguito vi lasciamo i link per alcuni proiettori divisi per le categorie descritte qui sopra.

VIDEO PROIETTORI per HOME CINEMA

VIDEO PROIETTORI da UFFICIO