cosa fare se si perde un animale?

Quando si è affezionati ad un animale e lo si perde si farebbe di tutto per ritrovarlo, ma nel 2015 la tecnologia ci viene in aiuto in diversi modi.

Quali strumenti possiamo utilizzare per trovare un animale che abbiamo perso? 

Fermo restando che ricoprire di volantini, raffiguranti la foto dell'animale scomparso e i propri riferimenti per venire contattati, l'area in cui si è smarrito il nostro amico a quattro zampe sia comunque una cosa da fare, oltre che allertare i negozianti della zona. La tecnologia attuale ci aiuta nel ritrovamento dell'animale scomparso, ma non bisogna sottovalutare l'importanza di "pattugliare" la zona dove si è smarrito il nostro animale e l'utilità di contattare i più vicini canili e gattili.

Analizziamo gli strumenti che la tecnologia ci mette a disposizione per ritrovare i nostri amici a quattro zampe:

Microchip è il metodo più diffuso al mondo, per farlo installare sotto la pelle del proprio animale basta recarsi da un veterinario. Il microchip contiene i dati del proprio animale e i propri dati anagrafici e riferimenti per venire contattati in caso di ritrovamento dell'animale. La pecca di questo sistema è che è utile solo in caso di ritrvomento del nostro amico animale da parte di qualcuno che lo porti da un veterinario per verificare la presenza di un microchip.

Facebook, Twitter, Instagram e gli altri social network, attualmente sono i mezzi di comunicazione più utilizzati e permetteranno di diffondere foto dell'animale ed informazioni utili a rintracciarlo. Inoltre questi social network permettono di raggiungere altri abitanti della propria zona per potergli chiedere il proprio aiuto o comunque per informarli della sparizione dell'animale.

Pet Harbor è un portale web, con relativa app, che permette agli utenti di segnalare eventuali avvistamenti di animali smarriti, i proprietari degli animali smarriti potranno effettuare una ricerca degli animali "avvistati" inserendo semplicemente il proprio cap, codice di avviamento postale, o la propria città. Attualmente però questo servizio è a totale appannaggio degli utenti residenti negli USA.

Pronto Fido è un portale web, raggiungibile al sito www.prontofido.net , dove si può inserire un annuncio del proprio animale scomparso, controllare la lista degli animali ritrovati, addottarne uno e avere pareri veterinari gratuitamente. Questo sito vanta anche una costante collaborazione con Radio 105 e Radio Monte Carlo.

Negli USA è attivo anche il sito www.petamberalert.com che offre ai propri utenti, a pagamento, il servizio di chiamata a tutti i canili, gattili, veterinari e negozi di animali della zona dove è stato smarrito l'animale, oltre che di distribuzione di volantini con la foto dell'animale e i dati per mettersi in contatto col proprietario. Speriamo che presto venga istituito un servizio simile anche in Italia.

Esistono diverse app per smartphone atte a cercare un animale scomparso in base al riconoscimento facciale. Il procedimento da seguire è semplicissimo, inanzitutto occorre installare un'applicazione di questo tipo sul proprio smartphone, installare più applicazioni aumenterà le possibilità di ritrovamento, poi si procederà al caricamento di una foto del volto del proprio animale domestico, successivamente si dovrà premere il pulsante per far partire la segnalazione di "animale smarrito". Un'applicazione di questo tipo ad esempio è FInding Rover (www.findingrover.com) ma ne esistono svariate.

Tagg Pet Tracker è senza ombra di dubbio il miglior metodo di prevenzione, si tratta di un dispositivo, acquistabile su www.pettracker.com al costo di 79$, da agganciare al collare del proprio animale e che ne fornirà costantemente la propria posizione grazie ad un segnale GPS. Con l'applicazione di Tagg Pet Tracker, attraverso il proprio smartphone si potrà impostare un perimetro di sicurezza all'interno del quale il proprio animale dovrà rimanere; nel caso in cui quest'ultimo dovesse uscire da questo perimetro, un avviso comparirà sullo smartphone del proprietario dell'animale.