Smart Eyes: applicazione per persone con disabilità motorie

Spegnere una luce, cambiare canale, accendere il deumidificatore o aprire la porta per far entrare qualcuno sono operazioni che svolgiamo senza neppure pensare. Tuttavia ci sono persone con disabilità motorie gravi, o a cui mancano gli arti per cui queste operazioni possono diventare estremamente complicate. Al Maker Faire 2018 a Roma abbiamo incontrato Lorenzo Riggi che ci ha mostrato la sua creazione: SMART EYES.

Si chiama SMART EYES in quanto basterà lo sguardo per governare tapparelle, porte, luci e altro all'interno della casa, purché connesso a impianto di domotica.

Smart Eyes è un'applicazione presto disponibile su Apple Store per sistema operativo iOS e solo per i modelli più recenti di Apple programmata per sfruttare la tecnologia in grado di riconoscere dove è diretto lo sguardo dell'utente, garantendo piena compatibilità con Apple HomeKit.

Chiudendo le palpebre l'applicazione trasformerà l'assenza di contatto con lo sguardo come un click, esattamente come quando con il dito tocchiamo l'icona sul nostro display touch screen, selezionando quindi ad esempio l'apertura di una porta o l'accensione della luce.

Come è facile intuire le potenzialità di questa applicazione e di questa tecnologia non hanno limiti: in futuro si potrà associare ad esempio un comando ad braccio robotico in grado di riempirci un bicchiere quando abbiamo sete o chissà cos'altro.

Vi mostriamo ora una breve intervista fatta a Lorenzo Riggi proprio durante il Maker Faire 2018 a Roma poco tempo fa.

Se vuoi rimanere aggiornato sugli sviluppi di Smart Eyes, puoi seguire i canali ufficiali di Lorenzo Riggi:

Sito web: http://www.smarteyes.it

Facebook: https://www.facebook.com/smarteyesapp

Twitter: https://twitter.com/SmartEyes10