Attacco hacker alle monete virtuali di Coinchecker: 58 Miliardi di Yen rubati

Se cercate su Google questo portale dedicato al mondo delle criptomonete la risposta è quella che segue:

"Coincheck: The easiest way to buy and sell Bitcoin and cryptocurrency".

Purtroppo però in questi giorni sembra che di facile ci sia stato solo l'attacco hacker che ha svuotato le tasche virtuali della società, che si è trovata in difficoltà e al momento sarà in grado di rimborsare solo il 90% dei 260mila utenti.

Di che cifre stiamo parlando? 650 Milioni di NEM (o XEN), la criptomoneta nata il 31 marzo 2015 basta come il Bitcoin sulla piattaforma blockchain (nei prossimi giorni parleremo meglio di questo argomento)

650 Milioni di NEM sono circa 50000 BITCOIN, 58 Miliardi di Yen, insomma 430 Milioni di Euro.

Cifra da capogiro che la società Giapponese esperta nel settore delle criptovalute ora non sa come rimborsare ai propri utenti.

Il mondo delle criptovalute è sotto attacco come si poteva prevedere già da tempo, ma la vera vulnerabilità non sembra essere la crittografia delle criptomonete basata sul metodo del blockchain, bensì le società che fanno da intermediarie tra gli utenti e il circuito monetario virtuale, così come accadde già in tempi non sospetti, nel 2014, a Mt Gox che si vide sfilare BITCOIN per un valore equivalente di quasi 50 Miliardi di Yen.

Le criptovalute sono sicure, ciò che gli gira attorno però è ancora un mistero...