Trattamento acustico stanza

Se siete arrivati su questa pagina è perché state cercando una soluzione per eliminare il riverbero, quel fastidioso effetto che trasforma le vostre registrazioni in amatoriali provini registrati in bagno. Utilizzando i materiali che troverete elencati in questo articolo riuscirete a raggiungere una qualità più che soddisfacente, spendendo davvero poco!

Qualche giorno fa abbiamo preso in considerazione alcuni microfoni nell'articolo "Registrare audio ad alta qualità con meno di 200 euro", ma come ben saprete o avrete avuto modo di provare, il microfono si limita a catturare ciò che proviene dall'esterno, motivo per cui una stanza vuota, con superfici liscie e magari oggetti di metallo risulterà essere il peggior luogo in cui registrare qualunque cosa.

Per migliorare l'acustica di una stanza occorre fare alcuni interventi: il trattamento acustico di una stanza ha la duplice funzione di migliorare le vostre registrazioni e di ottimizzare l'ascolto della musica e dell'audio in generale proveniente dalle casse.

Trattamento acustico della stanza

Premesso che il trattamento acustico di uno studio di registrazione o di una stanza, piccola o grande che sia, non equivale a ISOLARE la stanza dall'esterno, ma solo OTTIMIZZARE la qualità del suono al suo interno, vediamo cosa fare per rimuovere il riverbero del vostro ambiente.

 

MARANTZ SOUND SHIELD - SCUDO ACUSTICO

Molti di voi sono alla ricerca di un soluzione compatta che gli consenta di ottenere una buona qualità in fase di registrazione della voce per un voice over, podcast o demo di una canzone.

Tra i 50 e i 100 euro è possibile installare uno scudo acustico in materiale fonoassorbente in grado di isolare dalle riflessioni laterali il microfono, esponendo a voi solo la capsula su cui andrete a parlare.

Questa soluzione è molto efficace, e già con 80 euro (clicca qui per vederlo), si può acquistare un pannello di dimensioni maggiori, in grado di coprire un'area più grande.

I sound shield o scudo acustico che dir si voglia fungono esattamente come un armadio pieno di vestiti, che come soluzione low-cost sono ancora molto validi, anche se poco estetici e decisamente poco trasportabili.

Per iniziare a registrare contenuti di qualità questo supporto è senza dubbio un ottimo investimento, che potrete continuare ad utilizzare anche dopo aver aggiunto un trattamento acustico della stanza.

 

 

 


PANNELLI FONOASSORBENTI

Per migliorare in modo definitivo l'acustica di una stanza e renderla più piacevole alla presenza degli ospiti (anche i ristoranti da ormai qualche anno utilizzano pannelli fonoassorbenti per ridurre il caos di fondo quando il locale è pieno), occorre installare pannelli fonoassorbenti sulle pareti e sul soffitto.

Esistono tantissime tipologie di pannelli acustici e i più comuni sono i pannelli fonoassorbenti PIRAMIDALI: questo pannelli sono caratterizzati dalla presenza di tante piramidi che hanno la funzione di spezzare il suono e assorbirne una parte per evitarne che questo venga riflesso come avverrebbe su di una parete liscia. 

A fare però davvero la differenza non è la forma di questi pannelli, bensì la densità del materiale di cui sono composti, tantè che nei ristoranti è più facile vedere quelli che all'apparenza possono sembrare cuscini quadrati, ma che invece sono dei veri e propri quadrati di poliuretano. Maggiore è la loro densità, maggiore sarà la loro capacità di assorbimento acustico.

Ricordate inoltre che ogni pannello è in grado di assorbire determinate frequenze e che non esiste quindi un pannello tutto fare.

Inoltre, cosa molto importante, riempire una stanza di pannelli acustici non è sempre la soluzione migliore, in quanto rischierete soltanto di avere una stanza "sorda".

 

 


BASS TRAP

Questa categoria di pannelli hanno la funzione di coprire gli angoli della stanza, siano questi sulle pareti laterali, sia su quelle confinanti con il soffitto.

Gli angoli sono dei veri e propri moltiplicatori di basse frequenze, che di natura sono difficili da controllare, e che senza alcun tipo di intervento possono procurare molti problemi, tra cui la cancellazione di frequenze.

La cancellazione di frequenze avviene quando lo stesso suono dopo essere passato per un punto, passa nuovamente per lo stesso a seguito di riflessione (con conseguente inversione di fase - che ne annulla la presenza - o con la stessa fase - che ne amplifica la presenza).

Il risultato è la percezione di un suono mal distribuito nella stanza.

In ogni caso, le Bass Trap non sono indispensabili per chi registra solo voci, in quanto le frequenze della voce umana non rientrano tra quelle per cui sono stati studiati questi pannelli, tra i 60 Hz e i 300 Hz.