Stampa
Aggiornamento a Windows 10

Sono passati ormai 10 anni dall'uscita di Windows 7, e così come avvenne per il tanto amato Windows XP, è terminato il supporto per Windows 7. Cosa fare?

Un po' per abitudine, un po' per paura di questa nuova interfaccia grafica, tantissime persone sono rimaste aggrappate a Windows 7 ma di fronte all'avviso comparso in questi giorni un po' tutti hanno valutato l'ipotesi di aggiornare il proprio computer.

Cosa succede se continuo a usare WINDOWS 7?

Voglio subito tranquillizzarti: questo messaggio indica che non riceverai più aggiornamenti di Windows, ma potrai continuare a utilizzare il tuo computer esattamente come prima.

Tuttavia continuare ad utilizzare Windows 7 espone il tuo computer e la tua rete ai futuri attacchi informatici che da questo momento Microsoft non combatterà più in quanto ha interrotto il supporto tecnico.

I nuovi programmi e i nuovi hardware potrebbero non essere compatibili con Windows 7 costringendoti a rinunciare a nuovi programmi e componenti hardware molto utili, soprattutto se sei una azienda.

Non meno importante, i software attualmente in uso non riceveranno più aggiornamenti o correzioni di eventuali anomalie.

In buona sostanza, tutto il mondo farà in modo che tu faccia questo benedetto passaggio a Windows 10.

Ecco perché ti consiglio vivamente di passare a WINDOWS 10 al più presto (clicca qui per acquistare una licenza di Windows 10 e il cd di installazione originale su Amazon ad un prezzo in offerta).

Come faccio a installare WINDOWS 10?

Se il tuo computer ha meno di 4-5 anni l'installazione di Windows 10 verrà supportata bene, seppur sia consigliabile in alcuni casi installare un hard disk di tipo SSD per migliorarne le prestazioni (clicca qui per visualizzare un hard disk da 500GB SSD in offerta).

In ogni caso prima di effettuare l'aggiornamento è sempre consigliabile effettuare un backup dei dati importanti in modo essere sicuri che nulla venga perduto.

L'installazione di Windows 10 può avvenire in due modalità:

Installazione di Windows 10 senza formattare

Se sul tuo pc è presente Windows 7, Windows Vista o Windows 8, puoi procedere con un aggiornamento a Windows 10 senza perdere dati e programmi già installati sul pc (ad eccezione di eventuali programmi non compatibili con Windows 10 che l'installazione ti segnalerà durante le fasi iniziali).

Puoi effettuare questa operazione in autonomia senza dover chiedere aiuto ad un tecnico specializzato, semplicemente acquistando una copia di Windows 10 che puoi trovare in offerta su Amazon a meno di 50 euro (CLICCA QUI).

Questa operazione è spesso indolore, e ti sarà sufficiente avviare il computer, inserire il cd e attendere l'avvio dell'aggiornamento. Seguiranno alcuni riavvii, tutti associati a schermate che spiegheranno in modo chiaro cosa sta avvenendo e come comportarsi.

Nel giro di circa un'oretta (dipende dalle caratteristiche del PC, per cui un computer più vecchio richiederà più tempo per l'installazione) l'installazione sarà completata e vi troverete di fronte ad alcune brevi domande che Windows 10 vi farà per capire come volete utilizzare il vostro computer, a partire dalla volontà di utilizzare l'assistente vocale.

Finita questa breve configurazione iniziale il computer sarà aggiornato a Windows 10, le tue icone saranno le stesse che avevi prima (magari solo in una posizione diversa, ma poco importa) e i programmi installati ancora lì.

Anche le impostazioni di rete, il nome utente e le password salvate sul browser rimarranno memorizzate.

Tuttavia se possibile, effettua una installazione pulita di Windows 10.

Clonare il proprio disco su un disco più veloce o più spazioso

Se volete installare un disco SSD prima di passare a Windows 10 ma non volete formattare, potete utilizzare una dock station in grado di clonare il vostro disco su un disco ssd (clicca qui per vedere quella che utilizzo io).

Funziona come un tostapane: nel primo slot metterete il vostro attuale hard disk tradizionale, e nello slot accanto il nuovo disco ssd vuoto (con capacità uguale o maggiore all'originale).

Avviate la copia e al termine collegate il nuovo hard disk ssd al posto del vecchio all'interno del vostro pc.

A questo punto avviando il pc noterete un aumento di velocità nonostante i dati all'interno del computer siano sempre i vostri, e potrete procedere con l'aggiornamento che abbiamo descritto qui sopra.

Leggi l'articolo: Clonare disco senza utilizzare il computer

Nuova installazione di Windows 10

Se avete deciso di cambiare hard disk con un hard disk ssd più veloce potreste però anche valutare l'idea di effettuare una installazione pulita di Windows 10.

Una volta installato il nuovo hard disk sul pc, il computer non sarà in grado di avviarsi, ma sarete comunque in grado di inserire il cd nel lettore.

Riavviate nuovamente il pc e quando comparirà il messaggio "Premere un tasto per avviare da cd-rom..." premete un tasto.

Verrà quindi avviata l'installazione di Windows 10, e se non siete proprio a digiuno di informatica dovreste essere in grado di farla in autonomia.

In alternativa vi lascio questa dettagliatissima guida che vi sarà d'aiuto per affrontare una installazione pulita di Windows 10.

Gli articoli presenti in questo articolo